Il Cucciolo

Il Cane Lupo Cecoslovacco

UNO SPUNTO DI RIFLESSIONE:

Molte persone ad un certo punto della loro vita, prendono in considerazione l’idea di acquistare un cane di razza, qualcuna di queste si avvicina proprio al Cane Lupo Cecoslovacco, vuoi perché il lupo ha avuto da sempre un aura di magia e di mistero, vuoi perché dalla prima volta che si viene ad incrociare lo sguardo con un CLC è da subito amore a prima vista… insomma improvvisamente un cucciolo di lupo comincia a “correre” nei vostri pensieri e in questo non vi sarebbe nulla di male , dopotutto si viene “contagiati” cosi! Tuttavia, seppure sono in molti a prendere dovutamente in considerazione l’ acquisto di un cane di razza, alcuni potrebbero prendere sottogamba la cosa. Se è vero che un cane o qualsiasi altro animale può essere fonte di grande gioia e ispirazione, l’ acquisto di un CLC è prima di tutto una grande responsabilità! Sono dei cani straordinariamente unici, estremamente comunicativi e iperattivi, spesso irruenti e materiali, specie nel loro modo di “giocare” ( vorrei ricordarvi che quando ti saltano addosso con i loro 45 kg di peso non sono proprio delle carezze)! Sono cani che necessitano di grandi attenzioni e che vogliono poter condividere la loro vita con la nostra. Potrei affermare che un CLC è in grado di cambiarvi la vita e… ve la cambia, ma in peggio!
Imparare a vivere e relazionarsi con loro significa dire addio per sempre al vostro vestito preferito e alle vostre scarpe di marca poiché, specie i primi tempi, un cucciolone di CLC potrebbe diventare devastante quanto il passaggio di un carro armato nel vostro giardino, con la differenza che a volte quel carro armato si muove disastrosamente dal divano fino al frigorifero, passando direttamente dalla camera da letto! Non esiste nessuna porta abbastanza blindata da resistere a un Cecoslovacco motivato, perché lui è in grado di aprirla e anche se la chiudete a chiave non servirà perché se Lui ha deciso di passare… SE LA MANGIA!
Detto questo, non voglio fare del terrorismo mediatico su questi cani e neppure scoraggiarvi nell’ intraprendere questa fantastica esperienza che sarà sicuramente densa di emozioni e ricca di gioie ( e dolori), ma proprio in funzione di quanto appena detto, ma anche di quanto non è stato detto (e ci sarebbe ancora moltissimo da dire )… probabilmente queste righe sono solo la punta di un iceberg, la prefazione di un libro che ancora non avete letto, ma anche l’ inizio di una indimenticabile avventura e di un percorso educativo non solo per il cane ma anche per voi.
Bene, in funzione di questo, permettetemi di dirvi che prima di alzare la cornetta e contattare noi o qualsiasi altro allevamento, dovreste essere consapevoli di ciò che state per fare e che soprattutto, se non siete pronti o non siete convinti, se non avete la giusta motivazione, LASCIATE PERDERE!
Se il vostro budget per acquistare un cane è di poche centinaia di euro, LASCIATE PERDERE! Probabilmente non avrete messo in conto i danni che vi causerà e inoltre credo che nessun allevatore serio vi regalerebbe il frutto del suo lungo lavoro per 400/500 euro . Per queste cifre potrete trovare solo cuccioli di pseudo CLC probabilmente venduti senza pedigree o peggio ancora senza test genetici e alcuna garanzia di salute. Per queste cifre troverete tanti “cagnari” pronti ad accontentarvi per ciò che vorrete spendere.
Se invece non volete lasciare nulla al caso e non intendete intraprendere la vostra avventura cinofila vivendola alla “spero in Dio”, noi saremo pronti a darvi tutte le informazioni che vorrete avere, rispondere alle vostre domande, farvi conoscere i nostri cani e parlarvi della nostra selezione e se infine deciderete di prendere un nostro cucciolo, potrete essere certi che noi vi supporteremo durante tutto il tempo che sarà necessario, perché allevare significa prendersi cura dei nostri cuccioli e noi questo lo facciamo con passione e dedizione e crediamo che se siete arrivati a leggere questa guida vuol dire che vi state documentando e che non vorrete trovarvi impreparati e questa per noi è una ulteriore conferma che probabilmente state consolidando le basi per poter crescere, educare e vivere una nuova avventura con questa magnifica razza!

I PREPARATIVI

A questo punto avrete deciso che il vostro cucciolo presto entrerà a far parte della vostra famiglia e questo pensiero vi riempierà il cuore di gioia e, mentre voi starete già documentandovi e preparandovi a riguardo , nel frattempo che aspetterete il tanto atteso giorno, noi ci prenderemo cura del vostro futuro cucciolo, alimentandolo e educandolo seguendo il corretto imprinting per garantirgli la giusta crescita psicofisica e rendervi quindi agevolati nelle successive fasi di socializzazione. In questi giorni gli insegneremo a relazionarsi con gli altri cani, con le persone e con i bambini. La mamma gli insegnerà i giusti modi e gli imparerà a dosare la forza del morso ma anche le modalità di comportamento nelle relazioni sociali all’ interno del branco… insomma tutti noi assieme al nostro branco, stiamo costruendo delle solide basi per la sua educazione perché dopotutto quello che porterete via non è soltanto un cucciolo ma porterete con voi anche un pezzettino del nostro cuore , per questo ci preme assicurarci che andrà a stare bene e che diventi un cane equilibrato e sicuro di se, in grado di darvi tantissime soddisfazioni anche sul campo del lavoro.
Ma torniamo a voi… Ovviamente il percorso per arrivare ad avere un cane perfettamente educato e ubbidiente è piuttosto lungo e dopotutto è appena iniziato e poiché i cuccioli sono per antonomasia delle vere e proprie pesti, sarà importante abituarli sin da subito a delle regole e a provvedere a mettere in sicurezza lo spazio che andrà ad accoglierlo.
Come prima cosa cercate di dedicargli magari una stanza apposita e renderla a prova di cucciolo, ovvero mettendo fuori la sua portata mobili e oggetti di pregio ma anche elettrodomestici o oggetti quotidiani potenzialmente pericolosi come phon e caricabatterie attaccati alla presa di corrente , lampade soprammobili ecc… cominciate a spostare tutto in alto o comunque fuori la sua portata. Organizzatevi con un kennel per disporre di un luogo sicuro dove far stare il cucciolo nelle ore notturne o nei momenti di riposo tra un pasto e l’ altro (nei primi mesi il cucciolo passerà diverse ore a dormire specie dopo un momento di gioco) e il kennel sarà un posto sicuro che il cucciolo dovrà accettare di buon grado paragonandolo a quella che potrebbe essere la sua tana.
Se disponete di un giardino o comunque di uno spazio aperto, assicuratevi di avere delle recinzioni robuste e sufficientemente alte, fate attenzione che non vi siano buchi o zone potenzialmente fragili e prendete in considerazione l’idea di costruirgli un Box o un recinto che potrebbe aiutarvi moltissimo nella gestione del cane specie quando dovrete assentarvi per piu ore o semplicemente dovrete andare a lavoro. Cercate di abituare il vostro cane sin da cucciolo ad accettare il kennel o il box come un luogo piacevole dove potrà stare tranquillo, fatelo progressivamente e mettetelo dentro dapprima per brevi periodi e solo successivamente per periodi più lunghi, magari mettete al suo interno il suo gioco preferito, un osso o comunque qualcosa che lo possa tenere impegnato. Aspettate il momento giusto, ovvero dopo che sia stanco a seguito di una lunga passeggiata o dopo aver giocato, insomma fategli vivere questo luogo come un esperienza positiva.

EDUCAZIONE E SOCIALIZZAZIONE

I primi mesi di vita sono fondamentali per il corretto sviluppo psicofisico del cane, sarà quindi di grande importanza sottoporre il cucciolo a quanti più stimoli possibili. Dopo i 2 mesi sarete voi a condurre il vostro cucciolo alla scoperta del mondo esterno e questo è importante che avvenga sin da subito ma in modo progressivo e con moderazione ( ricordate che è ancora un cucciolo e dovrete permettergli di metabolizzare ogni cosa nuova, sottoponendolo a nuovi stimoli sensoriali in modo continuo ma senza esagerare). Dovrete fargli conoscere praticamente tutto, dal rumore del traffico alle biciclette, auto moto ecc …ma dovrà anche interagire con altri animali e prendere sempre maggior fiducia in voi e nel mondo circostante. Il vostro obbiettivo sarà quello di riuscire a instaurare un rapporto molto intimo e personale , dovrete rappresentare per lui la figura di leader, la sua guida caparbia e paziente ma anche ferrea nelle decisioni. Dovrete cercare di guadagnarvi il suo rispetto e la sua stima cosa che con un cecoslovacco non è mai scontata. Non abbiate paura di sbagliare, perché qualche errore lo commetterete sicuramente ma nel rapporto con il vostro CLC se non si sbaglia non si impara e in questo non esistono delle leggi imprescindibili perché ogni cane è diverso dall’ altro… ma dopotutto è anche questo il bello di questa razza . In ogni caso il mio consiglio resta sempre quello di osservare attentamente il vostro cane e di viverlo il più possibile, sarà proprio lui con le sue reazioni a dirvi se state facendo bene il vostro lavoro.

ADDESTRAMENTO

Sappiate che per educare bene questi cani bisogna avere molta inventiva perché se è vero che apprendono con una certa facilità è anche vero che si annoiano altrettanto facilmente, è quindi doveroso avere tanta pazienza e buona volontà ma soprattutto autocontrollo! Se in passato avete avuto o avete già altri cani, con loro capirete presto che avrete a che fare con animali del tutto diversi e che ciò che potrebbe funzionare con il classico -Fido- non vale affatto per loro! Se gli tirate un bastoncino e lui corre a prenderlo per riportarvelo, non aspettatevi che lo faccia una seconda volta perché molto probabilmente si fermerebbe a guardarvi con aria interrogatoria chiedendosi quale può essere il senso di questo gioco! A volte la loro intelligenza è sconcertante e proprio per questo molti soggetti hanno bisogno di maggiori stimoli. Ricordate che sono ottimi cani da lavoro e che quello che è in grado di apprendere un cane in un anno di addestramento, un Cecoslovacco potrebbe apprenderlo in pochi giorni a patto di riuscire a trovare gli giusti stimoli per rendere il tutto piacevole e dannatamente estroverso.
Uno degli accorgimenti che dovrete prendere in considerazione per educare correttamente il vostro cane sarà quello di amministrare e gestire le principali risorse a sua disposizione , in primis il cibo. Il cibo è la principale risorsa per un branco di lupi, il più importante mezzo di sostentamento (così importante da garantirne o meno la sopravvivenza )!
In natura, in un branco ben consolidato sarà il maschio e la femmina alpha a mangiare per primi, dopodiché, mangeranno i soggetti meno importanti e infine, per ultimi, gli esemplari omega ovvero quelli con un minimo impatto sociale. Da questo possiamo intuire come il controllo del cibo sia amministrato a seconda della gerarchia degli individui all’ interno di un branco. I CLC sono a tutti gli effetti dei cani ma a differenza di altre razze canine selezionate in centinaia di anni, il Cane Lupo Cecoslovacco ha una selezione estremamente breve che ne concerne una vicinanza genetica molto prossima al lupo e questo dovremmo tenerlo sempre in considerazione. Per quanto riguarda la gestione del cibo, dovremmo fare in modo di essere sempre noi ad amministrarlo. Saremo noi a decidere quando deve mangiare e non dovremmo mai lasciare il cibo a sua disposizione. E’ opportuno evitare di farlo mangiare a tavola mentre noi stiamo mangiando, non fatevi intenerire dai suoi occhi languidi, avrà i suoi orari per mangiare e ricordate : se non finisce il cibo nel giro di pochi minuti, togliete la ciotola e riproponetegliela al pasto successivo, mangerà con più gusto alla prossima occasione!
Il controllo del cibo vi tornerà utile per imparargli le basi comportamentali come il “seduto” o il “terra” e un bun esercizio potrà essere proprio quello di somministrargli il pasto a seguito dell’ esecuzione del comando, in questo modo il cane capirà da subito che il cibo che gli diamo non gli spetta di diritto ma sarà lui che dovrà in qualche modo guadagnarselo.
Mentre il vostro cane mangia, non fategli vivere la vostra presenza come fonte di disturbo, quindi evitate di infastidirlo sottraendogli ripetutamente la ciotola, lasciatelo tranquillo , ma prima di allontanarvi accarezzategli la testa e il corpo in modo da far capire al vostro cane che la vostra presenza non deve essere vista come una minaccia per il suo pasto ma al contempo si possa abituare ad essere manipolato senza problemi.
Il Cane Lupo Cecoslovacco non è un cane difficile ma non possiamo neppure considerarlo un cane adatto a tutti.
Tuttavia con le dovute accortezze potrebbe diventare un cane perfettamente vivibile anche per chi non ha avuto precedenti esperienze cinofile, l’ importante è saperlo comprendere, dedicargli il tempo necessario e ovviamente metterci tanta passione!

Dettagli sull’Alimentazione:

Il Cucciolo nei primi mesi, avrà una crescita molto rapida e di conseguenza necessiterà di un maggiore apporto di nutrienti. In questa fase il cucciolo dovrebbe alimentarsi con una certa frequenza, sarà quindi consigliabile fornire 3 o 4 pasti giornalieri, distribuiti a piccole razioni per consentire al cucciolo di digerire con facilità e di non appesantirsi troppo affaticando le sue articolazioni che nei primi 6/7 mesi risulteranno particolarmente delicate.

Il corretto sviluppo osseo e muscolare, sarà garantito solo da una alimentazione equilibrata in grado di apportare la giusta quantità di proteine, minerali, vitamine e grassi. E’ di fondamentale importanza riuscire a somministrare alimenti bilanciati sotto il profilo minerale, equilibrando gli apporti di Calcio e Fosforo (minerali importanti per la costruzione osseo/scheletrica del cane) in modo da evitare possibili carenze o dei pericolosi eccessi degli stessi.

A tale proposito mi sento di sconsigliare la somministrazione di integratori a base di calcio, poiché un eccessivo apporto di questo minerale, potrebbe compromettere la crescita del cucciolo andando a calcificare precocemente le articolazioni, inibendo il corretto sviluppo osseo.

Nella seconda fase della crescita (dai 7 ai 15 mesi) si completa lo sviluppo del cucciolo che diverrà progressivamente un soggetto adulto. In questa fase, le esigenze nutrizionali divengono via via più moderate e piccoli squilibri alimentari possono essere ben tollerati, ed è possibile adoperarsi per fornire una dieta meno rigida e più semplificata in particolar modo se si deciderà di alimentare il cucciolo con del cibo naturale al posto del classico cibo secco . In questo periodo si può cominciare a diminuire il numero e quindi la frequenza dei pasti, passando dai 3 giornalieri a una o due razioni al giorno dopo il compimento del primo anno di età.

Cibo crudo o crocchette?

I nostri soggetti sono da sempre alimentati a crudo, così come tutti i nostri cuccioli sono svezzati con il metodo della dieta Barf che a nostro avviso è sicuramente più sana e naturale. Tuttavia, ci preme informarvi che alimentare a crudo è molto più difficile e laborioso e che se non viene fatto nella giusta maniera e con cognizione di causa, si potrebbe correre il rischio di non bilanciare correttamente i nutrienti.

Per questi motivi i nostri cuccioli vengono dapprima svezzati con cibi freschi e naturali (BARF) ma opportunamente macinati per semplificare lo svezzamento e favorire la digeribilità in questa delicata fase in cui i cuccioli passano da un alimentazione liquida (latte) a degli alimenti solidi (carne ).

Successivamente a distanza di 3 settimane andremo a completare la fase dello svezzamento con delle ottime crocchette specifiche per cuccioli in modo da permettere ai futuri proprietari (specie se neofiti) di poter continuare ad alimentare il cucciolo con un alimentazione semplificata completa e totalmente priva di rischi.

Tuttavia per nostra esperienza ci sentiamo decisamente favorevoli a consigliare una dieta di tipo Barf e saremo sempre a disposizione per dispensare ogni tipo di consiglio per quanto concerne la giusta alimentazione dei nostri Lupi.

Dieta barf di cosa si tratta?

La dieta Barf è un modo sano e naturale per alimentare i nostri cani. Nasce dall’ idea di somministrare degli ingredienti freschi e naturali nel rispetto della fisiologia del cane domestico, cercando di replicare idealmente il concetto di alimentazione che avrebbe un lupo o comunque un qualsiasi carnivoro in natura, a tal proposito desidero ricordare che il nostro cane domestico è a tutti gli effetti un carnivoro al 100%!

Prendersi cura del nostro cane vuol dire anche adoperarsi per fare delle giuste scelte sulla sua alimentazione , facendo particolare attenzione al giusto apporto di nutrienti che nel caso della dieta Barf saranno totalmente naturali, freschi e rigorosamente crudi.

Quindi adoperando una dieta Barf andremo a somministrare principalmente carne di pollo, tacchino, coniglio e manzo. Queste saranno per lo più composte da parti di carne con ossa e cartilagini le cosiddette ossa polpose, importanti per il giusto apporto di calcio e fosforo (ottimi in questi casi dorsi e ali di pollo e colli di tacchino ) a questi si andrà ad aggiungere una parte di frattaglie come cuore, milza, fegato, polmoni e soprattutto la trippa verde (ovvero la trippa di vitellone non lavata che costituisce un ottima fonte di vitamine e probiotici) .

Per chi volesse approfondire il discorso sulla dieta cruda al naturale (Bones and Raw Food) sul web potrete trovare molti siti interessanti che trattano l’argomento in maniera molto più dettagliata.