Salute

Il Cane Lupo Cecoslovacco è sicuramente una razza forte che paragonata a molte altre razze può vantare una condizione di salute fondamentalmente buona. Tuttavia, questo non significa che sia esente da problemi di salute in quanto, avendo come progenitore il Pastore Tedesco, possiamo riscontrare alcune patologie ereditate proprio da quest’ ultima razza, seppure con una minore incidenza.

Le seguenti patologie dovrebbero essere assolutamente considerate in ambito allevatoriale (con lo scopo di riprodurre solo soggetti perfettamente sani e di garantire quindi una progenie esente da queste gravi patologie).

Displasia dell’Anca e del Gomito

La displasia colpisce la stragrande maggioranza dei cani di grande taglia, nello specifico si tratta di una malformazione molto dolorosa che riduce la capacità di motoria del cane. Questo avviene a causa dell’ eccessiva e rapida usura della cartilagine articolare con conseguente artrosi cronica progressiva. La displasia dipende da fattori genetici ed in parte ambientali ovvero ha origini ereditarie ma pùò dipendere anche da fattori esterni (traumi, eccessiva attività fisica del cucciolo, carenze alimentari, obesità, crescita troppo rapida ecc) … siamo comunque convinti che una “causa ambientale” non possa mai degenerare in gradi di displasia gravi ma al di la di questo è comunque d’obbligo prevenire e arginare il più possibile questa malattia riproducendo solo soggetti sani opportunamente radiografati con apposite lastre certificate da enti abilitati alla lettura (FSA)
La displasia non è curabile anche se è comunque possibile risanare i soggetti affetti con complicati e costosi interventi chirurgici.

La Displasia viene Identificata in base alla gravità della lussazione con una nomenclatura dalla lettera A alla lettera E dove “A” identifica un soggetto perfettamente sano; “B” rappresenta un soggetto quasi normale ma che non svilupperà mai nessun tipo di lussazione… “C” rappresenta una lieve displasia che potrebbe anche non avere mai un decorso degenerativo grave. “D” è una displasia compromettente e “E” una displasia molto grave da compromettere il movimento anche su soggetti giovanissimi.

Nella foto un caso di lussazione grave.

Mielopatia Degenerativa (DM)

Si tratta di una grave malattia neurologica congenita è legata ad una mutazione genetica e pertanto attraverso esami di laboratorio è possibile definire il livello di mutazione del gene DM e quindi fondamentale per prevenirla accertarsi di riprodurre solo soggetti sani (NN/NN) o portatori sani (NN/DM).

Considerata l’altissima percentuale dei cani portatori del gene è quanto mai indispensabile eseguire tali test al fine di scongiurare e forse in futuro debellare completamente questa grave patologia.

La mielopatia rimane latente i primi anni di vita del cane per poi attivarsi e attaccare il midollo spinale impedendo di recepire gli stimoli provenienti dal cervello. Provoca inizialmente deambulazione motoria scoordinata per poi arrivare in una totale atrofia muscolare con paralisi degli arti posteriori. I sintomi si presentano in modo evidente verso i primi 6/7anni di età.

E’ una delle patologie più gravi per la quale non esiste nessuna cura se non la prevenzione della stessa.

Nanismo Ipofisario (DW)

Si tratta di una mutazione genetica abbastanza rara, anch’essa prevenibile grazie ai test di laboratorio. Si caratterizza per anomalie nello sviluppo e nel funzionamento dell’ipofisi, con una totale inibizione della produzione dell’ ormone legato alla crescita (GHG).

Lo sviluppo scheletrico del cane, avviene in modo anomalo e gli animali affetti rimangono più piccoli. Spesso manifestano zone di alopecia dovute al mancato sviluppo del pelo.

Stenosi Sub-Aortica

Una malattia anch’essa di carattere ereditario. Si tratta di una patologia subdola, che se non diagnosticata, può rimanere asintomatica ma può manifestarsi con improvvise crisi cardiache che possono determinare la morte del cane.

Insufficienza Pancreatica Endocrina

Probabilmente ha una componente ereditaria, si manifesta principalmente con un progressivo calo di peso associato ad una grande voracità, coprofagia, e ingestione di materiali non commestibili, i cani con insufficienza pancreatica sono perennemente molto affamati, pur essendo magrissimi da sembrare denutriti.